mercoledì 13 ottobre 2010

2 X-Factor. Pagelle sesta puntata

Ieri l’uscita di Dorina ha dato un brutto segnale e un avvertimento a tutto il carrozzone: MAI METTERE UN CASO UMANO IN UNA TRASMISSIONE TELEVISIVA CHE PREVEDE UN TELEVOTO E UN VINCITORE FINALE.

Tanto è vero che Dorina, che ha una bella voce, va a casa mentre Stefano Filipponi, che di voce non ne ha e non ne ha mai avuto, rimane in gioco grazie alla sua balbuzie e agli studiati montaggi del Day Time di Rai 2.

Aspettando la prossima vittima sacrificata sull’altare del buonismo (a chi toccherà? Nathalie, Cassandra o i Kymera?) caliamo un velo pietoso e passiamo alle pagelle.

DAVIDE – I’M OUTTA LOVE: il ragazzo è tornato a brillare dopo qualche puntata fermo ai box. Gonfia le ruote, sistema il ciuffo, afferra il microfono e si mangia letteralmente il palco, il pubblico in studio e noi a casa che restiamo a bocca aperta davanti ad una versione da sala d’incisione di una canzone che, almeno a me personalmente, non è mai piaciuta. Mi sbilancio e dico che la versione di Davide è addirittura superiore all’originale, soprattutto perché la sua voce è naturale a differenza di quella fasulla e contraffatta di Anastacia. Bravo! Voto: 9

DORINA – HOT STUFF: il brano, almeno sulla carta, si presenta adattissimo alla voce di Dorina che finalmente può urlare a suo piacimento e dare spettacolo sul palco in compagnia di due ballerini che le si attorcigliano addosso, solleticando l’ormone di qualche pensionato a casa. Ovviamente scherzo visto che stasera le coreografie di Tommasini sono state a dir poco eccelse. Come al solito prima strofa di alto livello con un uso appropriato e controllato della voce, poi solita serie di strepiti che se ne fottono della scala musicale, della base e delle nostre orecchie. Ciò non toglie che in ogni modo l’esibizione di stasera (pur non brillando) non giustifica assolutamente la sua presenza al ballottaggio finale così come peggio ancora l’eliminazione dal talent. Voto: 6

NEVRUZ – MI VENDO: anche in questo caso si tratta di un pezzo che dovrebbe calzare alla perfezione con l’animo goliardico di Nevruz, anche se non capisco cosa c’entri con la Dance, se non con quella della salette Revival tanto care agli anni 90. Sorpresa delle sorprese, Nevruz canta in un cesso creato per l’occasione. Base rockeggiante e ritmata. Come al solito si tratta di una performance completa, che unisce folle teatro a una voce che, dite quello che vi pare, per me è meravigliosa. Camaleontica, controllata, mai stonata, in una parola “Originale” ma l’originalità cara Tatangelo, caro Malgioglio o caro critico ics che non sai fare il tuo mestiere non fa rima con calante o antimusicale. Grande grandissimo. Voto: 10

RUGGERO – YOU’RE MY FIRST, MY LAST, MY EVERYTHING: brano troppo pretenzioso per il giovanissimo Ruggero. Penso che sia uno dei pezzi più difficili al mondo perché a mio modo di vedere presuppone un timbro simile a quello di White, ossia qualcosa tipo Mario Biondi. Vi pare poco? Ruggero oggi ha rischiato di finire al ballottaggio senza passare dal Via, soprattutto perché a differenza di altri cantava un brano non conosciutissimo nel mondo degli under 17, ossia il suo pubblico votante e poi perché tanti stasera hanno cantato meglio di lui. A me ha fatto più che altro tenerezza perché le lacune erano evidenti: inglese alla Toto e Peppino, sempre a corto di fiato, atteggiamento da vecchia gloria che va tra il pubblico di donne con lo sguardo maliardo, peccato che abbia da poco dismesso il pannolone. Voto: 5

CASSANDRA – WHAT A FEELING: è di gran lunga l’esibizione più coraggiosa di tutta la serata e per me anche la più emozionante. Si toccava con mano la voglia di rivalsa di Cassandra rispetto alle critiche (per altro basate sul nulla) della scorsa puntata. Cassandra ha voluto cantare e ballare allo stesso tempo. Ma non mettere insieme due passettini, proprio dare vita ad una coreografia quasi identica a quella dei ballerini che l’accompagnavano. Provvista di archetto ha fatto qualcosa di eccezionale, dare vita ad uno spettacolo in cui ha mostrato non solo le sue qualità vocali (per altro indiscutibili), ma anche una grande propensione per il musical. La ragazza balla bene, canta meglio ed è credibile. A me ha mostrato una drammaticità pazzesca. Applausi a scena aperta. Voto: 10

STEFANO – I WILL SURVIVE: eccoci alla mela della discordia. Io in tutta sincerità non mi aspettavo che cantasse meglio della volta scorsa perché è ormai evidente che il ragazzo è entrato in una spirale di insicurezza che ha cancellato in via definitiva quel poco di intonazione che aveva nelle prime puntate (dove comunque non ha mai brillato). Stasera lo sapevo dall’inizio avrebbe vinto la canzone, conosciutissima e meritoria da sola (per la gente stupida che vota) di far passare il turno a chi già da settimane salta l’appuntamento con la sacrosanta eliminazione dai giochi. Vogliamo parlare dell’esibizione? Inglese pessimo, non tiene il ritmo della canzone, sbaglia il testo, stona dall’inizio alla fine e giuro l’avrei cantata meglio io. Pessimo oltre ogni possibile immaginazione. Voto: 2

NATHALIE – RAY OF LIGHT: mi scuseranno i numerosi fan di Madonna ma per me questa canzone è una delle più brutte della signora Ciccone. Nonostante ciò Nathalie la canta bene, la sporca con un po’ di graffiato e forse in qualche modo riesce a rianimarla. Non è stata una brutta esibizione ma neanche da strapparsi i capelli. Penso seriamente che Nathalie non stia facendo niente per emergere e che non stia capendo che ormai bisogna fare qualcosa in più se si vuole rimanere dentro. Sono settimane ormai che è in una fase di stanca dove non è contenta delle canzoni che le assegnano e che svolge il compitino con diligenza ma senza brillare. Peccato. Voto: 6,5

KYMERA – LET’S DANCE: Ruggeri ha delle grandi responsabilità sulla loro bocciatura da parte del pubblico a casa. Questo brano è sconosciuto ai più e siccome stasera vinceva la canzone più che l’interprete era ovvio che a questo giro sarebbe finita in questo modo. Morgan gli altri anni dava brani poco noti ma sapeva sempre come catturare l’attenzione del pubblico: ne parlava, li presentava, raccontava la loro storia e il loro significato. Alla fine quei brani li apprezzavi perché diventavano qualcosa di più di un insieme di note. Qui non c’è stato niente di tutto questo e perciò nonostante una bella esibizione senza sbavature e un bellissimo impianto scenico, i Kymera vanno al ballottaggio uscendone indenni per una manciata di voti. Voto: 7

DAMI – YOU MAKE ME FEEL: la sua faccia non mi piace, ha dimostrato durante la settimana di essere presuntuoso e poco umile. In questo caso vince il lato estetico. Non ha una brutta voce per carità ma neanche uno di quei timbri che rimangono impressi. Un buon corista e nulla più. C’entra davvero poco in questa trasmissione, lo vedrei molto meglio ad “Amici di Maria de Filippi” dove ciò che conta è come guardi la telecamera, le mossettine e le sopracciglia depilate al millimetro. Voto: 5,5

        

 

 

2 sentenze:

Stefano ha detto...

Grazie,Ottimo lavoro xk mi hai risparmiato la visione di tutti i video su YT.

anke se si nota una leggerissima propensione per i cantanti del sig.Bellisari.. o sbaglio?

Anonimo ha detto...

Secondo Pagellone in arrivo:

PRIMA MANCHE

DAVIDE: Alla grande il ragazzo! Non sbaglia più un colpo ormai, basta che la canzone sia minimamente nelle sue corde e Davide ne tira fuori una sublime performance. Sempre più lanciato verso la finalissima.
Voto: 9.

DORINA: Mi è dispiaciuto da matti che sia uscita, ma ritengo che sia stato meno scandaloso questo ballottaggio di quello di settimana scorsa. Dorina infatti si è nuovamente arrestata sul livello "Anna Oxa", con una prova nè particolarmente brillante, nè particolarmente orrenda. Ma da un'artista da cui ci si aspettano prove particolarmente brillanti, ciò non aiuta molto, e il pubblico l'ha penalizzata.
Voto: 6,5.

NEVRUZ: Eccolo qui il mio altalenante Nevruz. Dopo il crollo riesce sempre a risalire, e lo fa cantando ed interpretando molto bene Renatone Zero. Restano questi immancabili crolli che mi lasciano perplesso, ma è indubbio che sappia sempre uscirne alla grande.
Voto: 7,5.

RUGGERO: Seguendo il (corretto) ragionamento dell'altra volta, Ruggero dimostra di non cavarsela tanto bene una volta che viene impossibilitato dalla stessa canzone a gigioneggiarsi sul palco. E Barry White non si può ricantare a sedici anni con una voce da sedicenne. Non si può, punto e basta.
Voto: 5.

CASSANDRA: Oh, finalmente è tornata anche lei. Dopo la deludente prestazione sulla Zanicchi, Cassandra tira fuori un colpo da maestro. Canta da Dio, balla come un'osessa, e fa tutto ciò senza stonare. Mitica. Mi ha molto ricordato la mia Madonna ai suoi tempi d'oro (anche se devo riconoscerlo, Cassandra ha una voce più intrigante).
Voto: 10.

SECONDA MANCHE

STEFANO: E qui non concordiamo. "I will survive" la canta male chiunque a parte Gloria Gaynor, e il ragazzo è riuscito a non incespicare eccessivamente nelle parole del rapidissimo testo (difficili da scandire anche per un non-balbuzie) e non ha stonato neanche per un secondo. Non che sia stato il migliore, ma ci stava che i Kymera stavolta finissero in ballottaggio (e sono i miei preferiti con Nathalie).
Voto: 6,5.

NATHALIE: Hai stuzzicato il Madonnaro per eccellenza. "Ray Of Light" è una canzone meravigliosa, e Nathalie l'ha fatta veramente bene, considerando che erano evidenti le differenze timbriche con la Regina Del Pop. Anche lei, Nevruz permettendo, è lanciata a manetta verso la finalissima!
Voto: 8.

KYMERA: Enrico, Enrico, allora sei scemo! Cosa c**zo c'entrano i Kymera con David Bowie? A parte che credo sia la canzone più brutta del Duca Bianco questa "Let's Dance", e poi non sono neanche minimamente paragonabili i due timbri, nel senso che sono quasi lo Yin e lo Yang. I Kymera si sono difesi magistralmente, ma più di tanto non hanno potuto fare. La performance era allo stesso livello di Stefano, e a cause della maggiore celebrità di "I will survive" hai rischiato di restare a secco di gruppi! Proprio bravo, sì! Ma i Bee Gees ti facevano schifo eh? O una bella canzone dance anni '90?
Voto: 6,5.

DAMI: L'altra volta sono rimasto, per la prima volta da quando X FACTOR cominciò quattro anni fa, contento della new entry. E Dami non mi ha deluso. Canzone indubbiamente "gigiona" (cit. Ventura. Ma quanto ci mancherà SuperSimo, confrontandola con la Sora Tata?) ma Dami l'ha fatta allo stesso livello dell'originale. Da incisione.
Voto: 9.

Alla Prossima!

Saix91

 

La finestra sul cortile Copyright © 2011 - |- Template created by O Pregador - |- Powered by Blogger Templates