mercoledì 13 novembre 2013

1 Innamorarsi a Manhattan (2006)

New York. Gabe un undicenne dal taglio poco moderno si innamora di una sua coetanea di nome Rosemary, sua compagna nel corso di karate. 
 
Il film è tutto qui. Non si tratta di una commedia ma neanche di un film drammatico, potremmo incasellarlo nel genere sentimentale anche se l'età dei protagonisti stride abbastanza con questa scelta. E' un Karate Kid senza Miyagi, è un Big senza il salto nel tempo, è un'imitazione pallidissima di Papà ho trovato un amico. Non è un brutto film intendiamoci ma assomiglia terribilmente ad altri cento. Forse l'unico elemento di novità è quel modo di descrivere l'innamoramento attraverso gli occhi e le parole di un undicenne: il desiderio e la paura del primo bacio, la sofferenza per la prima litigata, il sentirsi dire che non si è pronti per l'amore, e via dicendo.
Il film è semplicemente carino e si fa notare per la presenza di Josh Hutcherson, nuova stellina di Hollywood per la sua interpretazione (certo non memorabile) di Peeta negli Hunger Games cinematografici. 
 
Voto 6  

1 sentenze:

Marco Goi ha detto...

con "Karate Kid senza Miyagi" (di cui parlo proprio oggi) mi sa che mi hai convinto a recuperarlo...

 

La finestra sul cortile Copyright © 2011 - |- Template created by O Pregador - |- Powered by Blogger Templates